Article Marketing di Qualità?

Scopri come pubblicare i tuoi articoli su OfficialSM.net
+

Video

STAI VISUALIZZANDO UN ARCHIVIO in Video: sfoglia i post

SUCCESSIVO »

Vivicam 790HD 3D: anche le telecamere sono low-cost

La videocamera Vivicam 790HD 3D

In un mondo in cui tutto diventa low-cost, per ampliare il mercato e aumentare le vendite, anche le videocamere digitali ora si trovano a prezzi bassissimi. Questo sembrerebbe il trend futuro dopo l’uscita della Vivicam 790HD 3D, che si candida a diventare uno dei regali tecnologici più gettonati del Natale 2011. Il prezzo è davvero accessibile: circa 75 euro. Vediamo le caratteristiche principali e i punti di forza.

Il suffisso “3D” non sta lì come semplice etichetta per convincere i potenziali acquirenti all’acquisto. La Vivicam 790HD 3D restituisce davvero filmati in tre dimensioni; con il collegamento a un televisore abilitato, anche le immagini più amatoriali possono trasformarsi in filmati di alta qualità!

Durante le riprese, si può osservare cosa si sta inquadrando attraverso uno schermo di 2,7 pollici. La risoluzione del sensore è di 5,1 Megapixel e lo zoom è 4x. Caratteristiche, queste, che lasciano sperare ottime performance e di alta qualità, considerando il basso prezzo. L’azienda, inoltre, è in procinto di lanciare sul mercato anche una versione evoluta, che presenta questa volta 12,1 Megapixel.

L’unico ostacolo che potrebbe impedirvi di avere la telecamera tra le vostre mani è la distanza, visto che non si trova in commercio in Italia ma bisogna ordinarla dall’America. Tuttavia, riteniamo che anche con le spese di spedizione dall’altro capo dell’oceano, il prezzo di 99 dollari sia comunque basso.

La storia della compagnia Vivitar, con sede in California e fondata nel 1938 come produttrice di materiale fotografico, può far ben sperare sulla riuscita della prima “telecamera low-cost”.

Pronto per l’High Definition

Software Pinnacle Studio

Pinnacle Studio offre funzioni complete per la gestione dei filmati in alta definizione e un bundle di plug-in potenti ed efficaci.

Quando un prodotto arriva alla dodicesima versione è difficile introdurre novità sostanziali e rivoluzionarie; la nuova versione di Pinnacle Studio, però, offre molte innovazioni interessanti e una dotazione di funzioni ancora più completa.

Gran parte delle novità è destinata a migliorare la produttività e a velocizzare lo svolgimento di determinate funzioni, oppure a offrire un supporto più completo ed efficace per alcune tecnologie che si sono imposte nel corso degli ultimi mesi: è il caso, per esempio, nella masterizzazione Blu-Ray, che si è imposto come unico formato di disco ottico ad alta definizione a spese dell’Hd-Dvd.

Pinnacle Studio ha anche migliorato il supporto ai file ad alta definizione, includendo ora molte varianti degli standard Hdv e AvcHd; entrambe queste funzioni e, più in generale, la gestione dei contenuti ad alta definizione non è inclusa nella versione Standard.

Monitor Lcd Eizo ColorEdge CG232W

Il monitor Lcd ColorEdge CG232W della Eizo

Qualità da professionisti

L’Eizo ColorEdge CG232W è un display Lcd da 22,5 pollici in risoluzione Full-Hd, dedicato all’impiego professionale nella POST-PRODUZIONE E NEL BROADCASTING.

Questo monitor è il primo prodotto da Eizo a offrire la possibilità di impiego sia nella post-produzione sia nel broadcasting. I professionisti della produzione video possono così utilizzare un solo pannello, mentre solitamente è previsto l’impiego di un display Master per il play-back e uno per l’editing. Una soluzione che offre, oltre a vantaggi pratici, anche sensibili risparmi sui costi, dato che in questo modo viene eliminata la necessità di calibrare i colori di due diversi monitor.

Il ColorEdge CG232W ha una diagonale di 22,5 pollici, pari a 57 centimetri di immagine visibile: è in colore nero, con il tipico design Eizo caratterizzato dalla base a V. I pulsanti di controllo sono posizionati frontalmente, al di sotto del pannello, mentre i connettori sono allineati verticalmente nella parte posteriore del poderoso chassis, sul lato destro. La base consente la regolazione dell’altezza e dell’inclinazione del pannello.

Il monitor ColorEdge CG232W è dotato di ingressi video multipli, tra cui due Bnc (due SD-SDI/HD-SDI o uno dual-link SDI), Dvi-D e D-Sub per facilitare il collegamento diretto di sorgenti broadcast e di studio, così come i personal computer, il monitor utilizza un pannello Ips (in-plane switching) di alta qualità, con risoluzione nativa di 1920×1200 pixel, quindi di tipo Full-Hd. L’angolo di visualizzazione è pari a 170 gradi. Il rapporto di contrasto è pari a 720:1.

Elaborazione a 16 bit dei colori

L’ampia gamma di colori permette al ColorEdge di riprodurre tutti gli spazi colore utilizzati nelle trasmissioni Pal/Secam, Smpte-C e Hdtv. E’ presente una funzione 3D Lut per mostrare l’anteprima di come i colori saranno riprodotti sulla pellicola finale.

La profondità di colore utilizzata è di 10 bit, con un’elaborazione interna a 16 bit, valore che permette la visualizzazione simultanea di oltre 1 miliardo di colori a schermo.

Fotoritocco con Corel PaintShop Photo Pro X3 Ultimate

PaintShop Photo Pro X3 Ultimate Corel fotoritocco

Corel PaintShop Photo Pro X3, grazie anche ai progetti video HD inclusi, rappresenta la maniera più soddisfacente per creare immagini dall’aspetto professionale e per ottimizzare le foto.

Attualmente con un flusso di lavoro RAW integrale, il software di fotoritocco PaintShop Photo Pro X3 permette di amministrare, controllare, ritoccare e condividere in un medesimo luogo le foto digitali.

Con Corel PaintShop Photo Pro X3 è possibile classificare, suddividere, organizzare ed etichettare le foto in modo rapido grazie agli attuali strumenti di gestione. Perfezionare automaticamente le foto in Lab Express ottimizzato oppure assumere il totale riscontro con una gamma completa di strumenti evoluti di modifica. PaintShop Photo Pro X3 consente quindi di caricare i propri progetti su YouTube, Flickr e Facebook, creare progetti e album fotografici di altissima qualità, inviare tramite posta elettronica, stampare o archiviare le foto su disco. Il flusso completo di lavoro è riunito in un unico pacchetto con risultati elevati.

PaintShop Photo Pro X3, quindi, include tutto ciò che occorre per realizzare straordinarie foto! Usufruire dell’elogiata potenza di fotoritocco di Corel PaintShop Photo Pro X3 significa cogliere l’offerta di progetti fotografici di grande impatto, di un completo flusso di lavoro RAW, di una condivisione online semplice e addirittura di progetti video HD. La Ultimate Edition di PaintShop Photo Pro X3 inoltre include la creazione in modo semplice di siti Web, importanti effetti fotografici e pittura digitale.

Il pacchetto PaintShop Photo Pro X3 Ultimate include:

  • Corel PaintShop Photo Pro X3: intuitivo e potente programma di fotoritocco
  • Incomedia WebSite X5 Special Edition: realizzazione di siti web in pochissimi passaggi
  • Corel KPT Collection: 24 filtri plug-in creativi per aggiungere alle composizioni di foto e alle immagini degli effetti a impatto elevato
  • Corel Painter Essentials 4: un semplicissimo modo di realizzare disegni, schizzi e trasformare le foto in magnifici dipinti digitali

Caratteristiche PaintShop Photo Pro X3:

  • Condivisione di foto: stampa a casa oppure online,  caricamento diretto su Facebook, YouTube e Flickr, invio tramite e-mail
  • Strumenti di editing avanzati: correzioni veloci con Vivacità, Smart Carver e ancora altro
  • Video HD e Foto: esportazione e importazione di video HD
  • Progetti integrati: realizzazione di presentazioni HD, cartoline, album fotografici ed altro
  • Lab Express: modifica rapida delle imperfezioni più frequenti in procedura di editing veloce
  • Camera RAW Lab: controllo manuale di gruppi di foto RAW durante lo svolgimento del caricamento
  • Contenuti Extra:  Corel® Painter™ Photo Essentials 4 per convertire, in tre semplici passaggi, le foto in disegni

Corel PaintShop Photo Pro X3 UltimateAcquista PaintShop Photo Pro X3 Ultimate

YouTube diventa una TV via web

TV web YouTube

La trasformazione di YouTube in un vero e proprio palinsesto televisivo era nell’aria da tempo e l’acquisizione da parte di Google ha reso sempre più insistenti i relativi rumors.

Adesso si parla di un investimento di oltre 100 milioni di dollari, finalizzato ad implementare su YouTube una serie di canali tematici, sull’onda delle web Tv sempre più in auge.

Si parla di una ventina di canali, dedicati allo sport, alle fiction, ai film e a vari altri argomenti, che saranno fruibili sul web o anche direttamente in Tv per gli apparecchi di ultima generazione e che affiancheranno i contenuti caricati dagli utenti (che resteranno sempre una parte essenziale del sito).

L’aspetto interessante è che, sempre stando alle voci correnti, tutto questo sarebbe gratuito e libero da canoni: ed è questo che potrebbe fare la vera differenza rispetto ai concorrenti.

Raccolta di firme per calmierare il prezzo dei DVD

DVD, raccolta firme per abbassare prezzi

Ha fatto molto discutere la raccolta di firme avviata da un gruppo di consumatori lo scorso 3 febbraio durante il Lift11 Conference.

I firmatari della petizione (dal titolo molto eloquente, don’t make me steal, non farmi rubare) hanno seguito una linea di pensiero lineare e assolutamente condivisibile, o quanto meno ampiamente condivisa, visto che la raccolta firme fino ad ora ha convinto circa quindicimila persone.

Il discorso è questo: l’industria cinematografica si affanna da anni a combattere la pirateria, ma il problema non è contrastare i metodi di download illegale (bloccato quello più in voga, infatti, ne nasce subito uno alternativo), bensì convincere i consumatori a non aderire a sistemi illegali.

Per farlo, bisogna fare in modo che il costo del download illegale (in termini economici, di rischio di essere scoperti e di attività da svolgere) sia inferiore a quello del download legale.

Ed ecco i punti in cui si articolano le richieste dei firmatari della petizione: i prezzi di noleggio o di acquisto di contenuti originali dovrebbe essere contenuto (il noleggio dovrebbe costare 1/3 del biglietto del cinema, l’acquisto quanto il biglietto del cinema, l’abbonamento mensile quanto tre biglietti del cinema).

Inoltre, i film dovrebbero essere commercializzati in tutte le lingue in cui sono stati prodotti e dovrebbero essere personalizzabili dagli utenti con i sottotitoli da loro preferiti.

I contenuti, poi, dovrebbero essere privi di pubblicità (abbiamo già pagato per vederli, perché dobbiamo sopportare un ulteriore costo?) e dovranno essere visibili illimitatamente.

Staremo a vedere se i produttori si lasceranno convincere.

Nasce Freerumble, Comunità di File Audio

Iniziativa italiana Freerumble

Una bella iniziativa tutta italiana è la nascita di Freerumble, un social network dedicato all’upload di soli file audio.

Sulla falsariga di Youtube, ma dedicata ai non vedenti e agli ipovedenti: Freerumble, infatti, nasce con il patrocinio dell’Osservatorio Italiano Siti Internet e dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti.

La fondatrice del sito, Sonia Topazio, parla di una maggiore tutela della privacy, rispetto a quanto avviene con i video e anche dell’elevato livello dei contenuti caricati: racconti romantici, racconti più cruenti, cronaca di vita vissuta.

Molto interessanti anche le sezioni “Fotografie/immagini raccontate da te” e “Video raccontati da te”, in cui si cerca di fornire un supporto descrittivo di frammenti visivi, purtroppo non accessibili a tutti.

Nuovi obblighi per YouTube dall’Agcom

Network video online YouTube

Con due recenti delibere l’Agcom si è pronunciata in riferimento ai network di video online come YouTube e Dailymotion:  a tali siti è stata espressamente riconosciuta la qualifica di emittenti radiotelevisive, con tutti gli obblighi conseguenti.

In realtà, le due delibere si riferiscono espressamente ai servizi di web tv e web radio, ma, nell’analisi delle condizioni che rendono tali servizi delle emittenti radiotelevisive (precisamente, lo sfruttamento economico e la responsabilità editoriale), non vi è dubbio che le stesse valgano anche per i siti che pubblicano i video caricati dagli utenti, come appunto Youtube a Dailymotion.

Ne discende che anche questi siti dovranno pagare una tassa di 500 euro, dovranno rispettare i vincoli in tema di copyright e diritto d’autore, dovranno procedere a rettifica su richiesta degli interessati entro 48 ore e non potranno pubblicare video non adatti ai bambini in fascia protetta.

Insomma, si preannunciano tempi duri.

La televisione del futuro è possibile con i sistemi Qriocity ed Apple TV

sistema di trasmissionee streaming Qriocity e Apple TV

Finalmente ci siamo arrivati! La televisione del futuro, formato Sony e del colosso Apple, sembra abbiano preso piede sui pc di alcuni paesi europei, e da pochi giorni anche in Italia.

Con il sistema di trasmissionee streaming Qriocity e Apple TV, infatti, pagando pochi euro si potranno scegliere i film preferiti e “tenerli in noleggio” anche per due settimane, con formati in alta qualità.

Un vero schiaffo al tradizionale sistema Pay per View di Sky, e alla televisione digitale di Mediaset Premium.

Il Gioco per l’iPhone Angry Birds rivive in un’Animazione

Animazione del videogame per l’’iPhone Angry Birds su YouTube

Un’animazione creata con la tecnica “ripresa a passo uno” (in inglese stop-motion o frame by frame) e pubblicata in video su YouTube fa rivivere Angry Birds, il popolare gioco per iPhone.

Il video game Angry Birds per dispositivi Apple (più di 10.000.000 di copie vendute), è stato sviluppato dall’azienda sviluppatrice di giochi Rovio Mobile Ltd.