Article Marketing di Qualità?

Scopri come pubblicare i tuoi articoli su OfficialSM.net
+

Windows

STAI VISUALIZZANDO UN ARCHIVIO in Windows: sfoglia i post

In arrivo nuovi sistemi operativi per Apple e Windows

I nuovi sistemi operativi di Windows e Apple

In questi giorni di caldo torrido, la temperatura sembra salire anche nel mondo dei computer, con i principali produttori che stanno per lanciare nuovi sistemi operativi. La Apple è in procinto di presentare il suo Mountain Lion, plasmato per accontentare sempre più le esigenze dei dispositivi mobili; mentre Bill Gates, con Windows 8, permetterà un passaggio “low cost” a chi già possiede un sistema operativo della Microsoft. Partiamo proprio da Cupertino e dalle novità che ci riserverà l’OS X Mountain Lion. La data in cui il nuovo sistema operativo sarà disponibile su Mac App Store è ancora incerta: alcuni pensano che già dal 19 Luglio potrà essere acquistato, mentre altri intravedono l’uscita ufficiale per il 25 Luglio. In ogni caso, il costo sarà di 15,99 euro, mentre coloro che avranno acquistato un dispositivo della “mela morsa” dopo l’11 Giugno potranno ottenerlo in maniera del tutto gratuita.

Le prime indiscrezioni non considerano il nuovo sistema operativo come portatore di grandi mutamenti rispetto alle versioni precedenti. Anzi, si tratta di una serie di piccole modifiche che miglioreranno l’usabilità del dispositivo, in modo da renderlo sempre più vicino alla tecnologia mobile: iPad e i Phone, tanto per intenderci. Ecco, allora, che il Mountain Lion è plasmato intorno ad iCloud: non poteva essere altrimenti, vista l’enorme diffusione dei dispositivi mobili della Apple. Il rilascio della nuova versione iOS 6 nel prossimo autunno, poi, permetterà di sincronizzare il programma di navigazione Safari tra il “mondo mobile” e i tradizionali MacBook. Un altro punto di forza della Apple, vale a dire la App TV, con il nuovo sistema operativo che uscirà a breve potrà interagire direttamente con i televisori ad alta definizione tramite la connessione wireless. Insomma, minuscole migliorie che nel complesso costituiscono una piccola rivoluzione.

Sull’altro versante, quello cioè della Microsoft, non stanno certamente a guardare. Con il nuovo Windows 8, infatti, l’azienda creata e guidata da Bill Gates inaugura una procedura che potremmo definire a “basso costo” per l’acquisto del nuovo sistema operativo. Chiunque è in possesso di Windows XP, e naturalmente delle versioni successive quali Vista e Sette, potrà averlo a un prezzo scontato: in America sono circa 40 dollari. Il discorso non è invece valido per chi acquisterà un computer nuovo. In questo modo si vuole favorire i molti possessori del “vecchio” XP, considerando che questo cadrà definitivamente in disuso nel 2014, e di conseguenza non riceverà più gli aggiornamenti necessari per il corretto funzionamento. La decisione di chiudere definitivamente Windows XP, che tuttora è posseduto da circa 1/3 degli utenti Microsoft, dipende dal fatto che è sempre più distante dal nuovo modo di concepire il computer: in altre parole, l’XP funziona ma appartiene a un’altra era informatica! L’uscita di Windows è prevista per il mese di Ottobre, anche se una versione di prova dovrebbe essere disponibile già in Agosto.

I due giganti della tecnologia, cioè Apple e Windows, continuano a combattersi l’un l’altro una guerra per il dominio dei mercati mondiali: uno scontro sempre più cruento!

Ransomware: a volte ritornano

Ransomware virus trojan

In questo periodo, gli hacker proprio non ne vogliono sapere di stare fermi.

Ecco quindi tornare alla ribalta un virus trojan di qualche anno fa, che colpisce i nostri pc.

Si tratta di Ransomware e, come già avvenuto in passato, le vittime designate dovrebbero essere soltanto i pc con sistema operativo Windows.

Il meccanismo è semplice: una volta infettato, sul nostro pc comparirà un messaggio che ci riferisce che la nostra copia di Windows non è correttamente registrata e che per sbloccarla occorre un codice.

Tale codice si dovrebbe ottenere chiamando un numero a pagamento maggiorato: digitando quel numero, però, non si ottiene alcun codice, bensì si viene indirizzati verso un servizio di vendita di beni o servizi.

Il trojan ha già colpito sia in Italia, che in Svizzera, Belgio ed Austria e le relative autorità giudiziarie stanno procedendo con i relativi accertamenti.

In arrivo i nuovi sistemi operativi Microsoft e Apple

Microsoft - Apple: nuovi sistemi operativi

Tempo di novità in tema di software, sia in casa Microsoft che in casa Apple: stanno infatti per arrivare, rispettivamente, Windows 8 e Lion.

Per quanto riguarda il sistema operativo Microsoft, sarà presentato ad ottobre e porterà novità poco significative sotto il profilo dello sviluppo software, ma essenziali per gli utenti: interfaccia semplificata, maggiore velocità e la capacità di ripristinare il sistema allo stato originario senza però cancellare documenti in soli due minuti.

Se questo è il biglietto da visita, il retro dello stesso avverte che lo stesso sistema opererà sia sui pc che sui terminali mobili (net pc e smartphone), diventando così universale e favorendo l’interazione tra i vari dispositivi.

Venendo al sistema operativo di Apple, che verrà ufficialmente presentato a giugno, la parola d’ordine è (ulteriore) semplificazione e massima interazione con i dispositivi mobili.

Si può dire anzi che le maggiori novità sono proprio tratte dall’iOS dell’iPad: per esempio, la sovraschermata che mostra tutte le applicazioni installate sul nostro Mac, e lo scorrimento delle finestre.

E in un futuro neppure troppo remoto, si parla già di multitouch, che ci consentirà di usare il tocco del nostro dito anche sui nostri computer.

Nokia e Microsoft si alleano per superare Apple e Google

Windows Phone sistema operativo su Nokia

Cosa succede se un colosso di informatica e un colosso di cellulari si alleano?

Sicuramente che i leader di mercato sono in pericolo.

Per cercare di fronteggiare la rivalità di Google ed Apple, l’azienda finlandese e quella statunitense hanno siglato un accordo, che prevede l’installazione di Windows Phone come sistema operativo su Nokia, invece dell’ormai superato Symbian, e l’inserimento del motore di ricerca Bing di Microsoft su cellulari Nokia.

Microsoft, dal canto suo, implementerà Nokia Maps sui propri programmi di cartografia.

Infine, come per l’Iphone, sarà possibile acquistare il software per i dispositivi Nokia dal Windows Marketplace.

Con questo accordo, Nokia ha ammesso sostanzialmente di aver seguito una strategia sbagliata negli ultimi tempi e cerca di riguadagnare terreno su un mercato sempre più competitivo.

Novità Windows dal Consumer Electronic Show

Windows Consumer Electronic Show

Dal salone dell’Hotel Hilton di Las Vegas, Steve Balmer (Chief Executive Officer di Microsoft) presenta le novità di Windows per il 2011.

Il sensore Kinect dominerà sempre di più, non solo nel campo dei videogame, ma servirà anche a comandare una sorta di Microsoft TV, che promette di fare concorrenza alla TV di Apple (che peraltro in Italia ad oggi ha avuto un riscontro inferiore alle aspettative e al mercato americano).

Sempre in Kinect, gli avatar si evolveranno, riuscendo addirittura a seguire il nostro labiale, ma anche ad imitare fedelmente le nostre espressioni più tipiche.

Più lontane, invece, le novità in tema di sistema operativo: il successore di Windows 7 arriverà, forse a fine anno o più probabilmente nel 2012 e sarà installato su tutti i dispositivi –pc, tablet e smartphone: certo, questa dilazione temporale non agevolerà il recupero del terreno sinora perso sul mercato.

Il Nuovo Windows Phone 7 di Microsoft

Windows Phone 7 di Microsoft

C’è stato un periodo in cui i Pocket PC di Microsoft erano quanto di più avanzato tecnologicamente ci si poteva mettere in tasca all’epoca. Quel treno però è passato, Microsoft l’ha perso e adesso si trova nel settore del mobile a dover inseguire i concorrenti. Ci riprova con il nuovo Windows Phone 7, sul quale sono stati analizzati i pregi e i difetti ed effettuato il test, ovviamente con verifica su LG Optimus 7.

Microsoft ha lavorato tanto e bene su due direttrici: personalità grafica e reattività del sistema. Entrambe le sfide sono sicuramente vinte. L’home screen di un Phone 7 è qualcosa di molto diverso da tutto quanto c’è sul mercato, una serie di mattonelle, alcune delle quali attive, che si sviluppa in verticale formando una sorta di mosaico.

L’elenco completo delle applicazioni si può invece ottenere cliccando il comando che manda la lunga lista di quanto è giù preinstallato o installato dallo store di applicazioni. I menu sviluppano un uso della grafica minimalista, fortemente caratterizzata dall’uso grafico delle scritte. Il risultato complessivo è davvero piacevole e dopo un minimo di apprendimento anche molto facile da usare.

La fluidità e la velocità del sistema è davvero eccellente, grazie all’ottimo lavoro di Microsoft che sulla scorta dell’esempio Apple ha lavorato di concerto con produttori come LG per avere un software e un hardware che si parlino il più possibile e il meglio possibile.

Windows Phone non è stato ridisegnato solo nell’home screen, ma anche in tutti i software, ad esempio a partire dal browser Internet Explorer che nella versione mobile funziona molto bene, veloce ed efficiente con il limite che manca il supporto a Flash e a Silverlight della stessa Microsoft in arrivo nel 2011.

Windows 7

Se non siete riusciti a scaricare la Beta di Windows 7 (da qui) potete leggere e vedere qualche screenshot qui.

Per quanto mi riguarda l’ho installato su una macchina virtuale con 750 MB di ram e 64 MB di memoria video e devo dire che ha girato correttamente.
L’unica nota è che dopo il boot il sistema operativo senza nessuna applicazione partita occupa 400 MB di memoria.
Sul mio portatile con Debian attualmente ho 380 MB di ram occupati ma ho aperto FIrefox, Thunderbird e Amsn.

Fate vobis.

Windows 7 svelato, ma mi sembra…

Oggi si susseguono numerose news sul lancio di Windows 7.
Il Corriere pubblica uno screenshot

Che rendendo poco giustizia all’interfaccia grafica di Windows 7 lo fa assomigliare molto al già rilasciato KDE 4.1

Si potrebbe discutere a lungo circa l’evoluzione dell’interfaccia grafica di un sistema operativo, in relazione a cosa si aspetta un utente. Quindi appare probabile che le funzionalità o il come aspettarsi di interagire tenda ad assomigliarsi per l amaggior parte dei sistemi operativi.

Eliminare Genuine Advantage Notifications da Windows

Microsoft ha recentemente rialsciato un aggiornamento “anti-pirateria”, il famoso Microsoft Genuine Advantage (KB905474), che verifica l’autenticità della versione di Windows XP in uso. In caso di versione riconosciuta come contraffatta, una serie di popup informativi e di icone di notifica, appaiono ripetutamente.
Potrebbe capitare che la vostra copia di Windows XP sia autentica, ma che siate incappati comunque nel problemino.
La soluzione al problema viene descritta, proprio da Microsoft.

Per eliminare le notifiche basta rinominare i seguenti file, cotenuti nella cartella WINDOWS\SYSTEM32:
WgaLogon.dll e WgaTray.exe in WgaLogon.old e WgaTray.old (riavviando successivamente il pc).

Per la disinstallazione completa dell’aggiornamento:

Dal prompt del DOS (start -> esegui -> CMD -> OK) eseguire il comando Regsvr32 %Windir%\system32\LegitCheckControl.dll /u. Riavviare il pc.

Windows Vista sarà abbastanza sicuro?

Il futuro sistema operativo di mamma Microsoft promette una serie di migliorie in grado di garantire una discreta sicurezza.
Spiccano una modalità tipo super-utente, molto unix-like e rigido controllo dei processi.
Un paper descrive le peculiarità di Windows Vista (Windows Vista Security and Data Protection Improvements).

Per chi fosse interessato ho realizzato un PDF (18 KB) che riassume le particolarità del futuro sistema:

Windows Vista, il nuovo sistema operativo Microsoft che cerca le giuste risposte ai quesiti di sicurezza