Article Marketing di Qualità?

Scopri come pubblicare i tuoi articoli su OfficialSM.net
+

Ubuntu

STAI VISUALIZZANDO UN ARCHIVIO in Ubuntu: sfoglia i post

Arriva Ubuntu 11.04 e forse Apple non è così lontana

Rilasciata versione Ubuntu 11.04

E’ stata recentemente rilasciata la nuova versione di Ubuntu il sistema operativo open source di Linux.

Ubuntu versione 11.04 si propone di trarre il meglio da Mac Os e da Windows e di fonderli in un sistema di facile utilizzo e anche piacevole a vedersi.

Innanzitutto, è possibile scegliere la nuova interfaccia Unity, che consente di avere tutti i nostri programmi e i nostri documenti a portata di mano, ma in modo ordinato e pulito: i programmi in esecuzione sono nascosti in una barra laterale a scomparsa, mentre nel box denominato Dash è possibile accedere a tutti i programmi ed a tutti i file.

Per la navigazione in internet funziona benissimo Firefox, mentre per i programmi del pacchetto Office c’è la suite LibreOffice, naturalmente gratuita.

Ubuntu 11.04 dispone anche di un proprio lettore mp3, eseguibile anche in Windows, mentre permane ed è sempre più facile utilizzare il Software Center per scaricare i programmi e gli aggiornamenti che ci interessano.

Anche se attualmente sembra in rodaggio, sicuramente questo sistema operativo farà proseliti.

Ubuntu linux: utilizzare PRELINK

I programmi che usiamo quotidinamente per poter funzionare devono sfruttare delle librerie relative al linguaggio con cui sono scritte. Queste librerie vengono caricate in memoria all’avvio dei programmi e contribuiscono al tempo del loro caricamento.

Prelink è un programma disponibile per la totalità delle distribuzioni Linux che agisce in modo da precaricare le librerie in memoria tramite dei link dinamici. Sembra che sia abbastanza efficace per velocizzare l’uso del sistema operativo.

In Ubuntu 9.10 è possibile installarlo dal repository Universe con il comando: sudo apt-get install prelink
Quindi va configurato editando il file /etc/default/prelink e modificando la stringa PRELINKING da:
PRELINKING=unknown
a
PRELINKING=yes

Quindi va lanciato con il comando sudo /etc/cron.daily/prelink
che lo eseguirà ad intervalli di tempo periodici automaticamente.

Al primo avvio potrebbe impiegare parecchi minuti per ottimizzare il sistema ma poi i risultati si vedranno.

Ubuntu 9.10 abilitare Control + Alt + Backspace

in Karmic Koala è stata disabilitata la possibilità di riavviare il Server X utilizzando la celebre combinazione di tasti: Control + Alt + Backspace
Era molto utile in caso di problemi o necessità di un riavvio veloce.

Per riabilitarla come nelle versioni precedenti andare in Sistema -> Preferenze -> Tastiera
Quindi andare in Disposizioni -> Opzioni Disposizione e selezionare la voce Sequenza di tasti per terminare il server X.

Ubuntu 9.10 e driver wireless Broadcom

Ho appena installato Ubuntu 9.10 Karmic Koala sul mio Dell Latitude e ho riscontrato parecchi problemi di funzionamento del driver della scheda wireless integrata Broadcom.
Il driver Broadcom non è rilasciato con licenza gnu/gpl e andrebbe attivato tramite il menù Sistema > Amministrazione > Driver Hardware (io ho la versione inglese ma in italiano dovrebbe essere così.

Bene..non fatelo!
Se attivate il driver indicato viene scaricato un pacchetto che al momento sembra non funzionare.

Per rendere la scheda wireless attiva inserite il cd di installazione di Karmic Koala, andate in /pool/restricted/b/bcmwl e installate il pacchetto bcmwl-kernel-source_5.10.91.9+bdcom-0ubuntu4_i386.deb:

#> sudo dpkg -i bcmwl-kernel-source_5.10.91.9+bdcom-0ubuntu4_i386.deb

Alla fine della procedura riavviate il sistema…e buon wireless!

Ubuntu, Firefox e la storia dell’EULA

La distro Linux più famosa del momento, Ubuntu, sta ricevendo forti critiche per aver incluso il pacchetto di Firefox 3 nei propri repository.
Il problema deriva dal tipo di licenza che l’utente deve accettare prima di utilizzare il browser. SI tratta di una licenza EULA (End User License Agreement – accordo di licenza con l’utente finale) che sostanzialmente include alcune restrizioni nell’uso, garanzia o ridistribuzione.
Questo verrebbe meno ai principi del software libero su cui si basa il movimento open-source. La cosa ha ricevuto crtitiche dallo stesso Stallman, mentre Shuttleworth afferma che sono in corso trattative avanzate tra Canonical e Mozilla Foundation per cercare di agireare il problema.

Debian, da cui deriva Ubuntu per rimanere fedele al proprio principio di utilizzo esclusivo del software libero ha incluso nella porpria distribuzione una versione di Firefox senza brand, che è stata rinominata Iceweasel (e che io utilizzo), in modo da non includere nessuna EULA (vedi la EULA di Firefox)ma fornire il browser con tutte le sue funzionalità. Infatti è possibile riditribuire il pacchetto di Firefox eliminando i brand della Mozilla Foundation o di Firefox, rinominandolo in altra maniera.

UPDATE:
Mozilla ha fatto marcia indietro