Article Marketing di Qualità?

Scopri come pubblicare i tuoi articoli su OfficialSM.net
+

Hardware

STAI VISUALIZZANDO UN ARCHIVIO in Hardware: sfoglia i post

Il nuovo Router superveloce della ASUS (RT-N66U)

L'ASUS RT-N66U, router veloce ASUS

La diffusione di internet in Italia e nel mondo va di pari passo con l’estensione delle reti wi-fi: nella singola abitazione, negli spazi pubblici e perfino nelle grandi città si può navigare liberamente senza l’ingombro dei cavetti. Il nuovo router ASUS RT-N66U offre prestazioni di alto livello grazie alle nuove tecnologie studiate ad hoc. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Il router prodotto dall’azienda con sede a Taiwan può offrire una velocità di trasmissione dei dati che arriva fino ai 900 Mbps. Ciò è possibile grazie a due bande da 450 Mbps e la possibilità di lavorare contemporaneamente a 5 e 2,4 GHz.

Le novità dell’ASUS RT-N66U non finiscono qui: l’utente può scegliere il tipo di traffico a cui dare precedenza, grazie alla tecnologia QoS. La performance sicuramente migliore, per quanto riguarda il raggio di trasmissione, è dato dall’utilizzo di due amplificatori wi-fi da 26dBm. Il modem si adatta alle caratteristiche dei nuovi telefonini, i cosiddetti smartphone che assumono le sembianze di un computer, e dei tablet.

Esteticamente l’ASUS RT-N66U si presenta con la tipica forma rettangolare, con uno spessore ridotto e ben tre antenne per la trasmissione wi-fi. Attualmente il prezzo è di circa 190 dollari, equiparabili ai nostri 150 euro.

Questo prodotto, come molti altri, è stato presentato al CES di La Vegas, uno dei più grandi appuntamenti dedicati alla tecnologia di qualità. Sono state proposte molte altre novità a livello di elettronica di consumo, e ovviamente non mancheremo di parlarne in futuro!

Hard Disk da 4 TB: ora si può!

Hard Disk 4TB

Sarà per la mole di file che si possono scaricare con estrema facilità dal web; o per le reali esigenze dell’utente, sempre più intento a conservare film o immagini che occupano inevitabilmente la memoria del notebook. Sta di fatto che è in vendita il primo hard disk da 4 TB. Un’enormità di memoria, che siamo sicuri conquisterà molte persone.

L’azienda Hitachi è l’artefice di questa evoluzione degli hard disk, grazie al modello HDS5C404ALE360, sigla sicuramente non facile da ricordare al momento dell’acquisto! Rispetto agli altri hard disk attualmente in circolazione, questo modello vanta “solo” l’enorme salto in avanti nelle capacità di memoria, per quanto riguarda un dispositivo duro. Per il resto, gli altri parametri non presentano evoluzioni nelle performance. La velocità è media: 5900 rpm. Non male, considerando le dimensioni colossali.

Si trova in formato da 3,5 pollici e per il momento può essere acquistato soltanto in Giappone, a un costo di circa 350 euro, considerando il cambio valuta. La Hitachi ha assicurato che la diffusione nel resto del mondo, Europa compresa, avverrà nei primi mesi del prossimo anno.

L’uscita sul mercato dell’ HDS5C404ALE360 si inserisce in un contesto non troppo felice per gli hard disk. Chiunque si aggiri per i negozi di informatica ha notato un generale innalzamento dei prezzi, dovuto alle alluvioni in Asia che hanno distrutto le fabbriche di hard disk. Una notizia che apre mille potenziali discussioni sulla globalizzazione e i suoi limiti!

Facebook entra nel mondo dell’Hardware

Facebook hardware Open Compute Project

Facebook è sempre più un’azienda piuttosto che un semplice social network.

I suoi 500 milioni di utenti non bastano più e Mark Zuckerberg intende disegnare i pc a proprio uso e consumo.

Nasce così il progetto “Open Compute Project“, in cui i tecnici di Facebook stanno collaborando con i colossi della produzione hardware come Dell, Intel e Hewlett Packard per progettare dei server dedicati al funzionamento dei social network.

I nuovi server dovrebbero garantire un aumento del 30% dei file scambiati attualmente su Facebook, assicurando una buona velocità e un adeguato supporto di connessione, nonché naturalmente un costo inferiore rispetto ai server attualmente in uso.

Zuckerberg crede molto in questo progetto, tanto da avervi investito diverse decine di milioni di dollari e da avervi dedicato già 18 mesi di lavoro.

Toshiba Libretto W100 Tablet PC 2 Schermi

Il prodotto della Toshiba, il Libretto W100

Il Toshiba Libretto W100 è un prodotto innovativo e originale, una specie di tablet con doppio display LCD. L’aspetto del mini-pc Toshiba Libretto W100 indubbiamente non può essere ignorato, vista l’elegante custodia in pelle; il risalto tra le superfici in plastica lucida e l’alluminio spazzolato è certamente piacevole e offre un’immagine tecnologica al prodotto. Le dimensioni del Libretto W100 sono piuttosto contenute. Molto leggero il peso.

Toshiba ha concentrato nel Libretto W100 delle specifiche hardware notevolissime, con una dotazione di assoluta eccellenza a partire dal doppio display che è la cosa ovviamente che colpisce di più nel prodotto, 2 schermi touchscreen retroilluminati con tecnologia LCD LED, entrambi 1024×600 di risoluzione.

Equipaggiamento d’eccellenza da vero computer, non da tablet e non da netbook. Il sistema operativo è un Windows 7 Home Premium, il processore è un Intel Pentium U5400, 2GB di memoria DDR3 e un disco velocissimo da 62GB.

Il Netbook 2.0 Asus Eee PC 1018P

Netbook 2.0 Asus Eee PC 1018P

Asus Eee pc 1018P, che propone il marchio che di fatto ha inventato i netbook, ovvero Asus, è un prodotto che arriva sul mercato con un nuovo design per la linea Eee pc con alcune caratteristiche tecnologiche interessanti e con un’ottima portabilità, caratteristica che contraddistingue questo genere di computer.

Asus, con questo modello Eee pc 1018P,  che di fatto va a rappresentare il top di gamma dei netbook, rivede completamente l’aspetto dei suoi Eee pc. Basta con la cover posteriore in materiale lucido “attira ditate”, spazio ad una finitura elegante in alluminio spazzolato che è presente anche sul poggia polsi, quindi all’interno, la scelta dell’alluminio contribuisce anche ad alleggerire il prodotto. Purtroppo, però, basta un colpetto per far saltare la vernice della cover posteriore e questo non lascia molto contenti.

Una novità sostanziale arriva dalle porte: sono tre le porte USB, tutte e tre USB 3.0. Una delle porte, quella a sinistra in particolare, permette un’altra funzione utile di questo netbook Asus Eee pc 1018P e permette cioè di ricaricare un dispositivo esterno, ad esempio un cellulare anche a pc spento. Per quanto riguarda le altre porte, c’è una SD card, cuffie, microfono, la porta Ethernet, la presa di alimentazione, mentre sul lato opposto è presente un’uscita video per un monitor, l’altra USB e l’aggancio per un lucchetto.

A livello di connettività, oltre al Wi-Fi, c’è il Bluetooth in versione 3.0 e un’altra novità hardware è la webcam da 0.3 Megapixel che ha un otturatore che permette di chiuderla e aprirla con un interruttore. Inoltre, sul poggia polsi, è presente un lettore di impronte digitali per la sicurezza, un accessorio che di solito è presente solo su notebook professionali.
La batteria è 4 celle, si trova sul retro ed è rimovibile, garantisce secondo Asus 9 ore di autonomia anche se con un uso normale di Wi-Fi e luminosità medio-alta del display arriva a circa 5 ore.

Per quanto riguarda le prestazioni, il sistema usa un nuovo processore della famiglia Atom Intel, Atom N475. Rispetto al passato, a livello prestazionale, questo sistema non consente grossi guadagni rispetto ai netbook usciti nei mesi e negli anni scorsi. Vedere un video in alta definizione anche a soli 720 punti è di fatto impossibile e ovviamente questo netbook non va alla grande nei videogame.

Il Nuovo Windows Phone 7 di Microsoft

Windows Phone 7 di Microsoft

C’è stato un periodo in cui i Pocket PC di Microsoft erano quanto di più avanzato tecnologicamente ci si poteva mettere in tasca all’epoca. Quel treno però è passato, Microsoft l’ha perso e adesso si trova nel settore del mobile a dover inseguire i concorrenti. Ci riprova con il nuovo Windows Phone 7, sul quale sono stati analizzati i pregi e i difetti ed effettuato il test, ovviamente con verifica su LG Optimus 7.

Microsoft ha lavorato tanto e bene su due direttrici: personalità grafica e reattività del sistema. Entrambe le sfide sono sicuramente vinte. L’home screen di un Phone 7 è qualcosa di molto diverso da tutto quanto c’è sul mercato, una serie di mattonelle, alcune delle quali attive, che si sviluppa in verticale formando una sorta di mosaico.

L’elenco completo delle applicazioni si può invece ottenere cliccando il comando che manda la lunga lista di quanto è giù preinstallato o installato dallo store di applicazioni. I menu sviluppano un uso della grafica minimalista, fortemente caratterizzata dall’uso grafico delle scritte. Il risultato complessivo è davvero piacevole e dopo un minimo di apprendimento anche molto facile da usare.

La fluidità e la velocità del sistema è davvero eccellente, grazie all’ottimo lavoro di Microsoft che sulla scorta dell’esempio Apple ha lavorato di concerto con produttori come LG per avere un software e un hardware che si parlino il più possibile e il meglio possibile.

Windows Phone non è stato ridisegnato solo nell’home screen, ma anche in tutti i software, ad esempio a partire dal browser Internet Explorer che nella versione mobile funziona molto bene, veloce ed efficiente con il limite che manca il supporto a Flash e a Silverlight della stessa Microsoft in arrivo nel 2011.