Article Marketing di Qualità?

Scopri come pubblicare i tuoi articoli su OfficialSM.net
+

Explorer

STAI VISUALIZZANDO UN ARCHIVIO in Explorer: sfoglia i post

Internet Explorer 9: alla ricerca degli utenti perduti

Internet Explorer 9

15 marzo 2011, il giorno di lancio di Internet Explorer 9: il browser di Microsoft dopo due anni si rifà il look e promette agli utenti di Vista e Windows 7 novità mai viste, che li faranno tornare nuovamente alla base, dopo gli alterni passaggi a Chrome e a Firefox.

L’interfaccia grafica è molto semplificata: solo i pulsanti essenziali (avanti, indietro, home e aggiorna) e la barra degli indirizzi, tutti su un unico livello, e molto più spazio per visualizzare le pagine.

La barra degli indirizzi è multifunzione: serve a digitare il sito che vogliamo visitare, a cercare su Google o altri motori di ricerca o sul pc.

La velocità è massima: Internet Explorer 9, infatti, non sfrutta il processore del pc, ma il processore video, quindi è molto più reattivo.

La privacy è garantita con la funzione “Protezione da monitoraggio” impedisce ai siti di memorizzare le nostre abitudini di navigazione per inviarci pubblicità indesiderata.

Infine, è possibile memorizzare i nostri siti preferiti come icona sul desktop o nel menu avvio, per visualizzarli più facilmente.

Ora, non resta che vedere tutte innovazioni alla prova dei fatti.

Diamo al Browser una faccia da Star

Browser con faccia da star

Un blogger statunitense ha provato ad associare ad ogni browser per la navigazione il volto di una star.

La scelta è stata determinata dalle caratteristiche del singolo browser.

Al termine di questo esperimento curioso ma molto divertente, è risultato che Firefox possa essere interpretato da Morgan Freeman (non sbaglia mai, anche se non è molto arzillo), Internet Explorer 7 da Mattew McCounaghey (dopo anni di nuove opportunità, i suoi risultati non migliorano), Safari da Samuel Jackson (affidabile nelle sue prestazioni), Opera da Jennifer Lopez (molto carino, ma da usare solo in casi di estrema necessità), Netscape da Walter Matthau (quando è morto, la gente ha detto “Oh, no!”, per poi dimenticarselo subito dopo) e Chrome da Christopher Nolan (l’ultima moda).

Explorer 8: era meglio quando era peggio

Il prossimo browser Internet Explorer 8 a differenza dei precedenti riuscirà ad essere compatibile con gli standard web (finalmente: siamo nel 2009!).
Il problema nasce con tutti i siti web che sono stati creati in modo di essere ottimizzati con le versioni precedenti (tra cui Microsoft.Com).
Questi siti non verranno visualizzati correttamente.

Microsoft ha pensato di ovviare in due modi.
Ha inserito un pulsante che riporta il rendering alle versioni precedenti.
In alternativa ha inserito una elenco di circa 2400 siti che verranno visualizzati in automatico con il vecchio sistema di rendering.

Come dire: La semplificazione è lontana in casa Microsoft.
[Zeus]

due parole su:Explorer 7

Finalmente è stato rilasciato in versione definitiva il browser Internet Explorer 7.
Ecco qualche mio commento su Apogeo:

Ecco Internet Explorer 7, Microsoft non rischia (anche in PDF)

UPDATE (25 OTT ore 16): che soddisfazione, ad ora l’articolo è stato letto 6387 volte…

Explorer 7 beta 1

Ho appena installato la versione 7.0 del browser Internet Explorer (Necessita di Windows XP in lingua inglese download qui – grazie a Luca).
Il logo sembra essere consueto. Microsoft aveva annunciato che avrebbe rinfrescato il logo e avrebbe aggiunto il termine Windows al nome Internet Explorer. Forse questo avverrà con la versione definitiva del browser.

L’interfaccia è consueta. Anche se la disposizione delle icone e dei menù è stata migliorata, per offrire maggiore immediatezza. Ma in sostanza le modifiche all’interfaccia sono quasi nulle.
La prima novità che risulta evidente è la presenza dei tanto sospirati TAB, ovvero la possibilità di aprire diverse schede all’interno della stessa finestra di Explorer. Opzione già presente in molti altri browser, alla quale Microsoft arriva in netto ritardo.

Altra caratteristica che noto è la presenza di un lettore di feed RSS, che però non ho avuto modo di provare; lo farò in seguito.

Altra caratteristica molto importante e degna di nota è il controllo contro il phishing. Questa tecnica sta prendendo piede e sta fecendo molte vittime. Microsoft ha pensato bene di offrire una maggiore tutela per una navigazione sicura.

Quando visitiamo un sito, un pop-up ci chiederà di segnare come sicuro il sito stesso. Questo dovrebbe essere confrontato con una blacklist di siti a rischio. In questa maniera l’utente crea un elenco di siti fidati in maniera da ridurre i pericoli.

Nel menù troviamo un’opzione che consente di maneggiare add-ons e plugin aggiuntivi per il browser. Come ad esempio il supporto per Macromedia Flash o per Java. L’opzione ra presente anche in Explorer 6 Service Pack 2.

Mi viene da pensare che Microsoft possa offrire, in un futuro prossimo, dei plugin sulle false orme di Mozilla Firefox. Caratteristica ormai ricercata e amata dagli utenti. Ma ancora niente è ufficiale.

Ho notato che sfolgiando il menù Start fino a Accessori –> utilità di Sistema viene aggiunta un opzione che consente di avviare Explorer senza caricare gli add-ons. Una sorta di funzionamento con caratteristiche minime, utile nel caso in cui qualche plugin vada in crash.

Il menù delle opzioni è consueto e completamente allineato con le precedenti versioni di Explorer.

Nuovo logo per Explorer 7

Di rimando da Voice Over IT posto il nuovo logo per il prossimo browser Internet Explorer. Solo una rinfrescatina. Ma sembrava interessante sottolinearlo.